• images/upload_slides/A1.jpg
  • images/upload_slides/A3.jpg
  • images/upload_slides/slide3.jpg

Area riservata

 

Andare per Cantine

Andare per Osterie

Andare per Storie

Profondo food, la musica di Peppe Voltarelli al Salone del Gusto di Torino

Gli appuntamenti dello stand Regione Calabria di giovedì 22 settembre: “Il pecorino del monte Poro incontra i mieli calabresi” e il workshop  “Produzione biologica e terre confiscate in Calabria”

TORINO – Sarà Peppe Voltarelli, l'interprete calabrese recentemente insignito del prestigioso premio Tenco, l'ospite dello stand Regione Calabria  durante il primo appuntamento di Terra Madre - Salone del Gusto che si terrà domani giovedì 22 settembre in Piazza Castello. Il cantante eseguirà una perfomance musicale e incontrerà i giovani di Slow Food. Il programma della giornata d'apertura del Salone del Gusto di Torino, nello stand Calabria, inizia  alle 13.00  con Delfino Maruca ed i legumi del Reventino, nell'appuntamento dedicato ai cuochi. Alle 17.00 il workshop a cura dell’Autorità di Gestione PSR Calabria 2014-2020 “Produzione biologica e terre confiscate in Calabria”, organizzato da Slow Food Calabria in sinergia con Regione Calabria. L'incontro sarà coordinato da Vincenzo Alvaro, Slow Food Sibaritide-Pollino. I relatori saranno Alessandra Celi, Dirigente Dipartimento Agricoltura Regione Calabria, Raffaella Conci, cooperativa Terre Joniche e Elisabetta Grande, Aiab Calabria. L’evento si concluderà con una degustazione di prodotti buoni, puliti e giusti. Fare orti nel deserto del Sahel sarà invece il confronto con Francesco Mele, Babacar Sarr e Simona Guida. Alle 18.45 Roots: tra musica, liquirizia e Africa coordinato da Nicola Zurlo e con le musiche tradizionali provenienti da tutto il mondo abbinate alla degustazione di liquirizia calabrese.

Dopo la perfomance di Voltarelli si terrà l'incontro dedicato al  Pecorino del Monte Poro. Inserito nell'elenco dei prodotti tradizionali della Calabria, caratterizzato da un gusto inconfondibile, il pecorino del Monte Poro è estremamente versatile e può essere gustato a diversi livelli di stagionatura e con diversi accompagnamenti, tra i quali anche il miele. La lunga tradizione nell’allevamento ovino, praticato nella zona da tempo immemorabile, le particolari tecniche produttive e la ricchezza dei pascoli sono tutti fattori che permettono di produrre formaggi caratterizzati da sapore e aroma particolarmente ampi.

A parlarne, in un incontro dedicato, saranno relatori d’eccellenza: Silvio Greco, Docente Università Scienze Gastronomiche di Pollenzo, Raffaele Denami, Dipartimeno Agricoltura Regione Calabria, Gaetano Mercatante, Presidente Aprocal e il produttore Gabriele Crudo.

 

 

Agenda

Agosto 2017
L M M G V S D
31 1 2 3 4 5 6
7 8 9 10 11 12 13
14 15 16 17 18 19 20
21 22 23 24 25 26 27
28 29 30 31 1 2 3

Sfoglia la rivista

.

Slow Food Tv

Presidi Slow Food

Slow Book

Al fine di fornire la migliore esperienza online questo sito utilizza i cookies. Utilizzando il nostro sito, l'utente accetta il nostro utilizzo da parte dei cookie. Per maggiori informazioni Approfondisci.

EU Cookie Directive Module Information